QUADRO NORMATIVO

 
Il Piano viene condotto in linea con la disciplina nazionale ed europea in materia e, in particolare, senza alcuna valenza esaustiva, secondo le seguenti indicazioni e riferimenti normativi.

  • D.Lgs. n.163/2006, Codice dei Contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione della direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE;
  • Legge 24.11.2000 n. 340 “Disposizioni per la delegificazione di norme e per la semplificazione di procedimenti amministrativi – art. 22 Piani urbani di mobilità;
  • Ministero dei Trasporti e della Navigazione - Quaderni del Piano Generale dei Trasporti n. 2/1999 - Politiche per il trasporto locale – “Linee guida per la redazione e la gestione dei Piani Urbani della Mobilità (PUM)” luglio 1999;
  • Piano generale dei trasporti e della logistica” approvato con D.P.R. 14.03.2001 “Nuovo piano generale dei trasporti e della logistica” e relativo documento tecnico;
  • Piano Nazionale di Sicurezza Stradale (PNSS) del 2002, in coerenza con gli obiettivi indicati dalla legge 144/99;
  • Ministero dei Trasporti: “Piano Generale della Mobilità” (Legge Finanziaria 2007) – Ottobre 2007;
  • Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – I Piani Urbani della Mobilità – Linee Guida;
  • CE, Piano d’azione sulla mobilità urbana (2009);
  • CE, Libro bianco sui trasporti (2011),
  • CE Guidelines. Developing and Implementing a Sustainable Urban Mobility Plan (2014)

Scarica cliccando QUI la versione delle Linee Guida in italiano